Le opzioni binarie del trading sono come le scommesse?

Opzioni binarie nel trading

Opzioni binarie: gioco d’azzardo o prodotto finanziario?

Oggi, tra i tanti prodotti esistenti nei mercati finanziari, vi sono anche le opzioni binarie. Si presentano come prodotti finanziari (o li fanno passare per tali), e rappresentano più che altro delle scommesse che non dovrebbero essere trattate di certo dalle banche, dato il loro ruolo e la veste di un vero e proprio gioco.

Con l’opzione binaria si scommette, ad esempio, sulla chiusura dell’indice DAX entro una certa ora, sotto o sopra un certo livello ed altro di similare. E’ evidente come somigli ad una scommessa vera e propria.

Sono nate per opera di società, soprattutto inglesi, che senza nessun tipo di assunzione di rischio offrivano queste possibilità di scommettere su movimenti di strumenti finanziari, pagando il 70/80/90% del capitale investito in caso di opzione indovinata, oppure di perdita dello stesso capitale investito in caso di opzione sbagliata.

Le opzioni binarie si muovono come la roulette: o rosso o nero, con la differenza che alla roulette è tutto più semplice e le possibilità di vincita sono maggiori.

Ma allora, le autorità finanziarie in che modo avrebbero inquadrato questa attività all’interno delle regolamentazioni del trading? Strano come si possa consentire un’attività del genere e non sottoporla al regime autorizzativo del gioco.

Comunque, importante è conoscere come le opzioni binarie alla fine siano una pura scommessa ripetibile un’infinità di volte nell’arco della giornata, con grandi rischi economici ma anche di dipendenza dal gioco, alla pari del poker online o le slot machine.

Non si possono considerare, viste le loro caratteristiche, di sicuro come investimenti finanziari, e sarebbe bene starne lontani se non si hanno delle vere caratteristiche di giocatori d’azzardo, che ben sanno dominare l’emotività del capitale da giocare e del rischi collegati.

2 Commenti

  1. Nello 19 giugno 2017

Lascia un Commento