Gli scenari attuali del movimento EUR/USD

euro-dollaro

Come si muove il cambio EUR/USD?

Nell’articolo precedente abbiamo indicato quello che sarebbe successo a breve: la zona 1,16/17 appena raggiunta in queste ultime ore rimane la zona di chiusura di quella speculazione al ribasso iniziata sulla rottura di 1,20. Di lì, bisognerà aspettare per verificare il nuovo quadro matematico statistico legato agli archi temporali.

Ottimo movimento dell’EUR/USD con rottura della soglia 1,20. Ciò è la determinazione del completamento della fase speculativa innescata al rialzo e spiegato in altri articoli.

Vi sono alcuni altri piccoli spazi per un nuovo balzo sopra 1,20 ma il cambio è destinato ad attestarsi nella zona 1,17 per fine anno.

I prossimi movimenti saranno ancorati ai possibili scenari della banche centrali sui rialzi tassi.
Tecnicamente, ma per meglio dire strategicamente, nella zona 1,20 hanno chiuso le loro posizioni rialziste tutti coloro che erano long da zona 1,07/09. Ossia i potenti.

Sui nuovi massimi dell’anno sarà interessante shortare questo cross con direzione 1,16/17. Il movimento rimane certo all’interno del rintracciamento insito nelle curve di previsione degli archi temporali per il 2018. Per il resto si potrà speculare con tecnica di scalping (vedi Scalping: cos’è e come si usa nel trading) proprio nelle zone di trattazione di questi giorni.

Per il resto non vi sono altri spazi o altri scenari che possano costituire spunti più interessanti per tradare l’EUR/USD di qui ai prossimi giorni. Sarà molto più interessante, invece, usando come denominatore il dollaro calcolare le divergenze di apprezzamento di altre valute rispetto allo stesso per considerarne le opportunità al trading.

Lascia un Commento