La speculazione organizzata sull’EUR/USD

speculazione euro-dollaro

Cosa si nasconde dietro la grande speculazione?

Ecco consolidata la grande speculazione sull´EUR/USD del forex. Si pensava ad inizio anno e la davano a credere anche le ipotesi di rialzo dei tassi americani, poi avvenuti oltre alla situazione tecnica che si era creata che il cambio euro/dollaro avesse testato la soglia della parità.

I media e diverse case d’affari avevano ipotizzato ciò. Poi è avvenuto come spesso accade l’esatto contrario, ossia che il cambio tra le due valute si è portato in zona diametralmente opposta.
Questo in contraddizione a tutto ed ancora agli ulteriori rialzi dei tassi americani che ci saranno certamente nei prossimi dodici mesi.

A questo punto ecco le tesi che affiorano per giustificare il movimento improvviso ed inaspettato: le parole dei vari governatori delle banche centrali. I possibili non rialzi dei tassi americani ed altro.

Molto più semplicemente è avvenuto quello che avviene e che avverrà sempre sui mercati valutari e finanziari: speculazione pura organizzata sempre dai soliti noti ignoti. Si crea una zona di accumulo dove si concentrano i grandi volumi degli speculatori. Nel caso ultimo si sono concentrati gli acquisti nella zona 1,06/10.

Di lì, con le solite tecniche di informazione e con gli automatismi di intervento diretto sul mercato delle valute, riportano il cambio sui livelli desiderati per trarre i grandi profitti sperati.

La zona raggiunta per la regola degli archi temporali è destinata ad essere migliorata nei mesi a seguire con obiettivo 1,19/1,20 dove incontrerà una forza ribassista difficilmente scardinabile.

Buona per gli shortisti questa zona ma con la prospettiva del’1,15/16 . Difatti, bisognerà aspettarsi una lateralizzazione dei corsi di cambio ma a livelli più alti rispetto a quelli dei mesi scorsi ed in linea anche con le esigenze economiche americane.

Lascia un Commento