Graziano Campagna al lavoro

Graziano Campagna al lavoro

Graziano Campagna nasce ad Ariano Irpino (AV) l’11.11.1963 da Mario Angelo Campagna e Tecla Purcaro. La madre è una casalinga colta e riservata che gli impartisce, con amore, un’educazione ferrea.
Il padre è un noto e stimato professionista del foro di Ariano Irpino; avvocato civilista collaboratore dell’emerito Sen. Avv. Enea Franza prima e successivamente del Sen. Avv. Luigi Franza. Mario Angelo Campagna è un modello per il giovane Graziano non solo per i suoi successi professionali, ma anche per il suo impegno politico e sociale. Dai banchi del Consiglio Comunale di Ariano Irpino, infatti, con profondo senso civico e onestà riconosciuta, contrasta le irregolarità o gli abusi delle classi dirigenti degli anni 70/80 e si muove costantemente in difesa della legalità a favore della comunità arianese.

L’infanzia e l’adolescenza di Graziano Campagna sono caratterizzate dagli impegni scolastici e dalla pratica sportiva. Terminato il liceo classico e fresco di studi giurisprudenziali, la morte precoce del padre lo instrada forzatamente al mondo del lavoro. Dopo brevi e formative esperienze (succede al padre nella commissione tributaria di I° di Ariano Irpino, amministra alcuni artisti del mondo dello spettacolo, diventa sistemista professionista nel Totocalcio e successivamente sulle società di scommesse internazionali) approda nel mondo della finanza nel 1996.

In quel contesto tramite studi personali di matematica e matematica statistica crea dei personali modelli d’investimento sui mercati finanziari e specificatamente sugli indici azionari americani e tedeschi. Si afferma come gestore patrimoniale, analista tecnico-finanziario specialista sui futures e nel 1998 approda sulla piazza svizzera dove riveste nel corso degli anni il ruolo di gestore terzo su clientela privata in primarie banche svizzere e di gestore indipendente. Ottiene nell’attività di gestore performance continue nel corso degli anni, anche nei crolli dei mercati finanziari come nel 2003 (guerra in Iraq) grazie alle sue tecniche d’ingresso e di uscita.

Nel 1997, dopo una serie di osservazioni del mercato dei futures, arriva a definire un algoritmo di tendenza in tempo reale per stabilire la direzione del future DAX. Nasce così la famosa “teoria degli archi temporali“.

Nel 2002/2003 è il gestore numero uno al mondo per numero di contratti transatti sulla borsa tedesca operando sul future dax.