L’influenza degli eventi di marzo 2017 sull’andamento dei mercati finanziari

analisi mercati finanziari marzo 2017

Come si caratterizzeranno i mercati finanziari con gli eventi di Marzo 2017?

Il mese di marzo si sta presentando come un mese introduttivo ai primi eventi in grado di caratterizzare l’andamento dei mercati finanziari: il 15 marzo ci saranno le votazioni in Olanda, il 17 marzo le scadenze tecniche trimestrali, mentre tra il 14 ed il 15 marzo ci sarà la riunione del FOMC con decisione sui tassi d’interesse.

Questi eventi favoriranno movimenti al ribasso che non saranno importanti . Difatti, rimane singolare come all’eccesso di ipercomprato è al record storico di serie di chiusure al rialzo dello S&P 500 ( il listino non cede l’1% dal 10 ottobre 2016) seguano continui interventi televisivi (vedi Bloomberg durante i giorni passati) di alcuni esponenti del mondo finanziario diretti a fissare target al rialzo dei listini americani.

Singolare una dichiarazione di Warren Buffett che parla del Dow Jones a 100.000 punti. Appare molto strano che questa stessa persona, nei primi di agosto del 2016, aveva dichiarato che la corsa dei mercati finanziari era finita.

Le considerazioni da fare sono sempre le stesse: la memoria deve andare soprattutto al 2000 sulla prima bolla, quando si avvicendavano, come adesso, gli esponenti che contano della finanza mondiale a parlare di target rialzisti infiniti. Poi sappiamo tutti cosa accadde.

Oggi, chiaramente, il quadro ha visto in campo le banche centrali mondiali che hanno inondato di miliardi i mercati finanziari e le banche sulla possibile strada del fallimento, in spregio o in favore di chi o di cosa?

In più rimane singolare come il presidente Trump che aveva delineato nel 2016 gli eccessi dei mercati finanziari, abbia parlato di mega riforma fiscale della quale avrebbero beneficiato anche le aziende quotate in borsa, e quindi alimentando rialzi dei titoli azionari o quanto meno sostenendoli nelle fasi di ribasso.

In conclusione, strane e contraddittorie coincidenze a livello di informazione politica e finanziaria dirette a far entrare il cosiddetto parco buoi nei mesi a seguire per vedere lo scenario del 2000 e 2008? Probabile.

Lascia un Commento