Cosa fare nella fase laterale rialzista attuale?

fase laterale rialzista

Uscire o restare?

Continua la fase laterale rialzista dei mercati finanziari americani seppur congestionata e con volumi sempre più bassi. Oramai, i falchi aumentano ma le previsioni di ribasso o di semplice storno continuano ad essere disattese.

Dove trovano smalto i mercati, chi sono coloro che li sostengono e quindi in pratica chi compra? Da non dimenticare gli oltre cento miliardi che ogni mese ancora arrivano anche nei mercati finanziari ad opera della BCE e la BOJ.

Ma è possibile che le banche centrali possano fare quello che vogliono in spregio del libero mercato ed in favore delle banche e dei poteri forti? Il quesito chiaramente trova una sola risposta e che offende l´intelligenza della razza umana.

Comunque, questa congestione prevederà nuovo massimo storico dei predetti indici che si determinerà tra ottobre e novembre prossimo.

In coincidenza dello stesso, stranamente, ci saranno le quotazioni di diverse società che per bravura chissà di chi, come spesso accade, si quoteranno sui massimi storici dei listini americani. Come sempre per le stranezze solite si sono avvicendate notizie sul titolo FIAT CHRYSLER (cinesi) sempre a ridosso dei massimi storici dei listini americani.

Chissà che qualcuno non abbia approfittato per vendere dopo aver comprato bene le azioni di questa società. Magari, perché sapeva già tutto. Ma no, non può essere!

I controlli sugli insider sono ferrei da parte degli organi di vigilanza e mai pensare a cose simili. E poi le notizie sono sempre segregate. Allora meglio avere fiducia nei mercati finanziari e dimenticare che possano accadere fatti ben calcolati.

È solo frutto di una possibile immaginazione. Bene, in conclusione però sarà meglio scappare dai mercati finanziari e uscire dall’azionario per i prossimi 3 anni e poi vedere perché il tonfo non immediato ci sarà.

Lascia un Commento