Cosa fare nei mercati finanziari americani dopo lo scandalo Facebook

mercati finanziari facebook cambridge analyticaI mercati finanziari americani da settimane, cominciando a mancare le tematiche per spingerli su ulteriori massimi storici, sono in balia di un’orizzontalità dettata da insider trading su notizie di trimestrali e macro politiche-economiche.

Ne cito qualcuna tra le più importanti: lo scandalo Facebook, dove il titolo ha perso circa il 20% in poche sedute per poi iniziare a recuperare sull’audizione al senato del suo creatore e recuperare tutto a ridosso delle trimestrali, “stranamente” molto positive.

Qualcuno già conosceva i risultati delle trimestrali? La risposta rimarrà sempre la stessa.

Ricordo come gli strumenti finanziari esistenti sui mercati consentono, ad esempio sulle discesa del titolo Facebook del 20%, di raddoppiare o triplicare il proprio investimento e successivamente moltiplicarlo ancora sulla successiva salita.

Quindi, è fondamentale conoscere la notizie in anticipo: purtroppo questa prerogativa appartiene ai potenti ed è praticamente incontrollabile.

Ricordo come questa pratica sia illegale e delinquenziale, e in alcuni stati è punita severamente con pene molto alte. Purtroppo, prima che venga contestata (lo vedo davvero difficile) paserà tempo inenarrabile.

I mercati rimarranno orizzontali con puntate al ribasso e saranno orientati da notizie positive o negative. La scusante dei rialzisti per non uscire dalle posizione azionarie è che il trend rimane rialzista all´interno di un canale dove solo la rottura di un certo livello cambierà il trend in ribassista.

Che poi il livello sia il 30 o 40% sotto i massimi storici fa niente.

Allora, considerato che il mercato azionario potrebbe rimanere secondo gli analisti di comodo nel trend rialzista per qualche anno senza però salire più di tanto, sarà il caso di uscire (e si è ancora in tempo) prima che i mercati virino con decisione.

Uscire adesso significa ancora incassare guadagni per tanti e posizionarsi su strumenti a cedola in attesa di tempi migliori per rientrare.

Lascia un Commento